lunedì 28 maggio 2012

Recensione: Crossed

TITOLO: Crossed
AUTORE: Ally Condie
TRAMA: In cerca del futuro che potrebbe non esistere e di fronte alla scelta della persona con cui condividerlo, Cassia intraprende un viaggio verso le Province Esterne, alla ricerca di Ky -preso dalla società per la sua morte certa- solo per scoprire che il ragazzo è fuggito, lasciando una serie di indizi dietro di sé. La ricerca di Cassia la porta a mettere in discussione gran parte di ciò che ha più a cuore, anche quando scopre dei barlumi di una vita diversa oltre il confine. Ma, quando Cassia si avvicina alla certezza e alla determinazione di un futuro con Ky, un invito alla ribellione, un inaspettato tradimento e un visita a sorpresa di Xander -che potrebbe avere la chiave per l'insurrezione e, ancora, per il cuore di Cassia- cambiano ancora una volta il gioco. Niente è come sembra ai margini della Società, dove incroci e doppi incroci rendono il percorso più contorto che mai.

La mia recensione: Crossed, di Ally Condie, è il secondo libro della saga distopica YA iniziata con Matched (pubblicato in Italia nel maggio 2011).
Se il primo volume era ambientato all'interno della Società, dove abbiamo avuto modo di conoscere Cassia e il mondo rigidamente controllato all'interno della quale era costretta a vivere, il secondo volume è completamente diverso, distaccato dal primo tanto nell'ambientazione quanto nelle emozioni contrastanti capaci di suscitare nel lettore.

Al termine di Matched avevamo lasciato Ky trasferito nelle Province Esterne e Cassia decisa a tutto pur di tornare da lui. In Crossed, vediamo Cassia, abituata agli agi e alla tranquillità della Società, fare i conti con una realtà completamente diversa, dura e crudele come mai avrebbe potuto sospettare. Conoscerà Indie, una ragazza alquanto misteriosa che sembra volerla aiutare, ma che allo stesso tempo non riesce a suscitare piena fiducia nella protagonista. Alla ricerca disperata di Ky, la ragazza comincerà a sospettare dell'esistenza di un gruppo di ribelli, pronti a tutto pur di battersi contro la Società. Esiste davvero questa ribellione? Può Cassia raggiungerla e unirsi a loro?
Grazie al POV di Ky, nel frattempo, vedremo il ragazzo in compagnia di Vic, un giovane scappato con lui e di Eli, un ragazzino dodicenne che li seguirà verso la ricerca della salvezza. Lo scopo di Ky, all'oscuro della partenza di Cassia, è quello di raggiungere le Anomalie rifugiate oltre le Province Esterne e da lì, inviare un messaggio all'amata. Ma Ky scoprirà presto che non tutto è come ricorda e il dolore per il passato tornerà vivo e intenso.

"If you love someone, if someone loved you, if they taught you to write and made it so you could speak, how can you do nothing at all? You might as well take their words out of the dirt and try to snatch them from the wind. Because once you love, it is gone. You love and you cannot call it back. Ky is heavy in my mind, deep in my heart, his palms warm on my empty hands. I have to try to find him. Loving him gave me wings and all my work has given me the strenght to move them."


Ho apprezzato particolarmente due cose di questo romanzo: i personaggi e lo stile.
I personaggi hanno, a mio parere, subito un evoluzione enorme. Cassia ha scoperto nuovi lati di sé, lati coraggiosi e intraprendenti, desiderosi di ribellarsi ad una Società troppo rigida e finta. Verrà inoltre particolarmente approfondito il personaggio di Ky. Attraverso flashback che mostreranno i ricordi dell'infanzia del ragazzo, vedremo come ha vissuto quando ancora non era un Aberrazione e come lo è diventato a causa di suo padre. Scopriremo il suo dolore e la sua nostalgia, insieme alla sua voglia di una vita normale insieme a Cassia. L'amore tra Cassia e Ky, seppur leggermente meno presente che nel primo volume, non mancherà e attraverso i pensieri dei protagonisti accompagnerà il lettore pagina dopo pagina. I nuovi personaggi introdotti non saranno superficiali, ma al contrario riceveranno una caratterizzazione esemplare, degna di Ally Condie. Vic, da estraneo ad amico per Ky; Eli, estremamente simile al fratellino di Cassia e Indie, per quanto strana e sospetta possa essere, non può che essere compresa.
Lo stile di Ally Condie rimane lo stesso del primo volume, subisce anzi un miglioramento a mio parere: nella desolazione delle Province Esterne, i suoi tratti poetici saranno ancora più marcati e la poesia sarà costantemente un contorno alle vicende narrate.

"The Society doesn't believe in luck," Eli says.
I've decided it's the only thing I do believe in," Vick says. "Good luck and bad luck, and ours always seems to be bad."
"That's not true," Eli says. "We got away from the Society and made it into the canyon. We found the cave with the map sand we escaped the township before anyone found us."
I admit nothing. I don't believe in the Society or the Rising or any Pilot or good and bad luck. I do believe in Cassia. If I had to say I believed in anything more than that, I'd say I believe in it is, or it isn't. Right now I am and I intend to keep it that way.

Per quanto possa essere definito un semplice libro di "passaggio", Crossed non delude le aspettative, lasciandosi leggere con piacere e alimentando pagina dopo pagina la curiosità di scoprire come finiranno le avventure dei protagonisti. Per quanto non sia un libro ricco d'azione, non ci saranno punti lenti o pesanti, ma grazie allo stile fluido e incredibile dell'autrice, il lettore non troverà punti stancanti all'interno del romanzo. Avrei voluto dire di più sulla trama, ma credo di aver detto l'indispensabile. Crossed merita di essere letto senza dubbio: capace di trasportarti nelle Province Esterne accanto ai protagonisti, capace di diffondere dentro di te il senso di desolazione e sconfitta che permea le pagine del libro e allo stesso tempo la determinazione e la promessa di un mondo migliore.

VOTO: 4,5 Stelle.

4 commenti:

  1. In Italia uscirà a novembre... (Sempre se poi non rimandano -.- spero propio di no!) Non vedo l'ora di leggerlo! *_* Bella recensione, Clary. ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che non rimandino, Matched è uscito da un bel po' ormai! Io non vedo l'ora di avere il terzo :)

      Elimina
  2. Io ho sentito un sacco di pareri negativi su questo libro! sopratutto delle ragazze americane che hanno detto essere rimaste molto deluse...io l'ho già comprato ma non l'ho ancora letto,prima o poi mi toccherà decidermi e leggerlo una volta per tutte
    inoltre dalla tua recensione non mi sembra affatto brutto per cui devo dargli una possibilità!
    ti va di passare sul mio blog :D ? www.thebooksfeeling.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Ciao, io ho letto il primo e devo dire che è carino, ma niente di che...
    Comprerò di sicuro gli altri due per capire come va a finire e perchè il mondo della Società è particolarmente intrigante, a mio parere...
    Se ti interessa sapere cosa ne penso di Matched qui c'è la mia recensione: Raggy - Recensione Matched :3
    Mi scuso per l'eventuale spam indesiderato...
    Ciao, Rainy

    RispondiElimina